Novi Hockey-Asiago Vipers 3-8

Nella quarta giornata del campionato di A1 arriva la seconda sconfitta per il Novi Hockey.
Asiago porta a casa i 3 punti sfruttando una giornata storta per i novesi.


Il Novi inizia ordinato e lascia il pallino nelle mani degli ospiti provando a pungere in contropiede. Il risultato rimane bloccato fino al minuto 8.52 quando i veneti trovano il vantaggio c
on un tiro dalla sinistra di Agerde. Novi accusa il colpo e subisce altre due reti nell’arco di 5 minuti, con gli avversari abili a sfruttare la prima superiorità numerica della serata.
Sotto di 3 reti Novi si riorganizza e riprende a giocare a viso a
perto. La rete di Gastaldi in power-play dà fiducia a tutti e Novi insiste. Capitan Gaviotis parte dalla difesa si allarga sulla sinistra e lascia partire un bolide da centrocampo che sorprende il portiere avversario e si infila sotto l’incrocio. Il pareggio è nell’aria, Montanari ci prova ancora con un tiro da fuori e trova il 3-3 al minuto 22.40. Quando la partita sembra raddrizzata arriva però il nuovo vantaggio dei veneti a 2 minuti dall’intervallo. 4-3 al termine di un primo tempo molto avvincente.
Nella ripresa il Novi lotta ma non ha la giusta lucidità sottoporta, Asiago invece è più concreto e allunga. Arriva subito il 5-3 in power play, e il 6-3 al minuto 33. I novesi provano a ripetere la rimonta del primo tempo, ma mancano gli spunti giusti. A 10′ dal termine arriva invece una doppia inferiorità per i novesi e Asiago chiude i conti con le reti di Petrone e Lievore. Nei minuti finali Novi ha diverse occasioni per accorciare ma il portiere Stella chiude tutti i varchi.
Come beffa finale arriva l’infortunio di Fabio Bisogno che lascia il campo dolorante a pochi minuti dalla sirena.
Per il Novi Hockey era un test per capire che campionato attendersi e si è avuto conferma che sarà una stagione molto dura. C’era la consapevolezza che con una prova convincente si potevano fare punti, ma così non è stato ed Asiago è stato più bravo sfruttando ogni occasione. Troppe penalità e poca lucidità sottoporta per i biancorossi. Peccato perché c’era stata una bella reazione che aveva permesso di recuperare le 3 reti di svantaggio iniziale.
Ora è necessario rimettersi al lavoro per migliorare. Prossima partita in trasferta a Cittadella.

(foto Crisci – clicca per ingrandire)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.