Impresa Novi Hockey a Gorizia

Impresa dei ragazzi del Coach Lazzi.

Che questa stagione sarebbe stata molto difficile i dirigenti del Novi Hockey lo avevano intuito già dalla formula, per questa stagione infatti a contendersi lo scudetto sarebbero state molte più formazioni e un format alquanto discutibile che inseriva i playoff tra le quattro formazioni meglio classificate (la prima accede di diritto) dei 4 gironi geografici, il tutto affidato alla sorte di un sorteggio che non teneva in considerazione il piazzamento in regular season, ma che sarebbe stata così dura no.

Dopo una stagione regolare terminata al 2° posto, a soli due punti dalla vetta il sorteggio li ha portati a disputare due incontri in trasferta difficilissimi, con pochi giocatori a disposizione e contro formazioni di alto livello tecnico.

Ma la forza di questa squadra forgiata dal coach Lazzi è il gruppo, ragazzi fantastici, amici fraterni, da i più maturi e esperti ai più giovani, un giusto mix che ha creato una formazione in grado di ribaltare ogni pronostico, e così è stato anche questa volta.

Nell’incontro di Ieri i disponibili, causa infortuni e concomitanza di altri incontri di campionato, erano veramente pochi, 7 giocatori di movimento e due portieri, mentre l’avversario, il forte Gorizia, poteva contare su 12 giocatori di movimento e due portieri che in un torrido pomeriggio davano un considerevole vantaggio all’avversario.

L’incontro parte male per la formazione Novese, dopo una fase di studio i padroni di casa sbloccano con Milanese a 10.22 ma il novi tiene bene il campo si chiude e prova le ripartenze, con ordine e calma, il primo time out del Gorizia fa rifiatare i ragazzi già provati dal caldo soffocante e sistemare le linee, a 3.12 dalla fine del primo tempo Arbasino serve una ottimo assist al capitano Crisci che con freddezza realizza, 1 a 1 siamo in partita, il Gorizia forza e assedia la porta di Taraschi autore di una prova superlativa e a 1.27 Milanese su un amnesia difensiva riporta avanti la squadra di casa, il caldo è devastante ma il primo periodo termina e i ragazzi hanno modo di riprendersi.

Il secondo tempo inizia a un ritmo vorticoso, Gorizia cambia con regolarità le linee mettendo giocatori freschi, Novi sfrutta i cambi avversari per rifiatare e posizionarsi, a 10.10 al svolta, Rolandi serve Oddone che di esperienza insacca alle spalle del portiere, il Novi pareggia, Gorizia deve sbilanciarsi in avanti, forzare il gioco, e il penalty arriva propizio, entra la linea di power Arbasino-Crisci-Parodi-Oddone e in superiorità, una rasoiata all’incrocio del palo da parte di Oddone servito da Crisci porta il Novi per la prima volta in vantaggio.

Ma mancano ancora 8 minuti, un eternità in questo sport, la squadra si chiude a box, Gorizia attacca, ma  Taraschi para tutto e su una ripartenza Rolandi serve Arbasino che dalla distanza mette a segno il goal del 2 a 4 a 4.27 dal termine.

Gli ultimi minuti sono un assedio, Gorizia toglie il portiere e gioca con un uomo di movimento in più, il Novi chiude ogni spazio, innumerevoli sono i dischi incassati con il corpo dai difensori del Novi che difendono la porta di Taraschi, il portiere è stremato, ha parato più di 30 tiri, il Gorizia perde un disco in zona di attacco e Rolandi dalla distanza insacca a porta vuota per il 2 a 5 , mancano 57 secondi, ormai è fatta, suona la Sirena, l’impresa è compiuta, il Novi per il secondo anno consecutivo è nelle 6 finaliste per lo scudetto.

FORMAZIONE:ARBASINO-CANTARUTTI-CRISCI-ODDONE-PARODI-GEMME-ROLANDI GOLIE: TARASCHI -MONAI

COACH ALESSANDRO TARANTOLA